Vai al contenuto principale

Potenziamento ricerca e miglioramento offerta formativa

 

Il progetto mira al potenziamento della ricerca ed al miglioramento complessivo dell'offerta formativa di II e III livello del DICA nell'ambito delle costruzioni (anche storico-monumentali) e delle infrastrutture civili, soprattutto in relazione alla prevenzione dei rischi naturali, in particolare quello sismico, idrogeologico e ambientale.

Ciò è coerente con l'elevata pericolosità sismica del centro Italia unitamente alla vulnerabilità del costruito, purtroppo testimoniata anche dai recenti luttuosi eventi sismici dell'Italia centrale.

Tale territorio di riferimento presenta anche una diffusa propensione allo sviluppo di fenomeni alluvionali e franosi ed è caratterizzato da un patrimonio storico-artistico di notevole rilevanza. Il DICA intende così consolidare la propria posizione nell'ambito della ricerca scientifica riguardante le costruzioni e le infrastrutture civili, nell'ottica generale della sostenibilità, della resilienza e delle "smart cities", potenziando ulteriormente l'impatto socio-economico delle proprie attività. Il tema della salvaguardia delle costruzioni e delle infrastrutture civili esistenti è pertanto strategico per il DICA, così come la ricerca sulle tecnologie per la progettazione delle nuove opere. L'impostazione metodologica del progetto prevede l'integrazione delle competenze e dei più avanzati strumenti di analisi propri dell'Ingegneria Civile con le principali tecnologie abilitanti dell'innovazione digitale, che costituiscono la base dei principi di industria 4.0.
Il piano complessivo di sviluppo del DICA consentirà di superare le principali criticità e si inserisce a pieno titolo nell'area di specializzazione "Smart, Secure and Inclusive Communities" del Programma Nazionale per la Ricerca (PNR), con ricadute anche nelle aree di specializzazione "Cultural Heritage", "Fabbrica Intelligente" e "Mobilità Sostenibile". L'obiettivo generale di sviluppo sarà perseguito attraverso 4 sotto-obiettivi, articolati nelle strategie di sviluppo del
progetto che prevedono una sinergia virtuosa tra reclutamento di personale, potenziamento delle dotazioni strumentali e dei laboratori, incremento delle collaborazioni tra gruppi di eccellenza del DICA e miglioramento dell'offerta formativa di II e III livello.

 

SO#1: potenziamento della ricerca sui temi strategici del DICA


L'obiettivo mira a potenziare la ricerca dipartimentale, in termini dei seguenti indicatori misurabili:
1) finanziamenti acquisiti da progetti di ricerca a livello comunitario e nazionale e da incarichi di ricerca commissionata;
2) qualità della produzione scientifica del DICA e, in particolare, numero di articoli pubblicati in riviste classificate di fascia eccellente ai sensi della VQR;
3) impatto della produzione scientifica in termini di numero di citazioni rilevabili dalle principali banche dati internazionali.
La ricerca sarà potenziata nei seguenti ambiti strategici:
i) settori dell'Ingegneria delle Strutture e della Geotecnica: meccanica dei materiali innovativi ed eco-sostenibili; identificazione sperimentale dei modelli di analisi strutturale;
gestione, manutenzione e riabilitazione delle costruzioni esistenti esposte ai rischi naturali, in primo luogo al rischio sismico; sicurezza e monitoraggio sismico delle costruzioni esistenti; materiali da costruzione intelligenti per la diagnosi strutturale; Building Information Modeling (BIM) per la gestione dell'esistente storico (HBIM); sistemi esperti per la gestione dei dati di monitoraggio strutturale che integrino modelli matematici ingegneristici con le moderne metodologie dell'intelligenza artificiale e dell'apprendimento automatico; definizione delle opere per la protezione dalle frane e della pianificazione della loro gestione;
ii) settori dell'Ingegneria delle Acque e delle Infrastrutture: prevenzione, previsione e mitigazione dei rischi idrogeologici; progettazione e gestione delle opere per la protezione dalle alluvioni; adeguamento delle opere esistenti; controllo e gestione dei sistemi di adduzione e distribuzione dell'acqua potabile; valutazione della disponibilità idrica per fronteggiare gli effetti della vetustà degli impianti e i cambiamenti climatici (a tal proposito è funzionale l'afferenza del DICA al Centro di ricerca sul clima); caratterizzazione del comportamento dinamico delle tubazioni polimeriche e in composito; gestione e manutenzione delle infrastrutture idrauliche e viarie;
iii) settori dell'Ingegneria dei Materiali: sviluppo e caratterizzazione meccanica, dinamico-meccanica e prestazionale di materiali innovativi di lunga durata e/o ecosostenibili; applicazione di nuovi materiali compositi fibrorinforzati per la messa in sicurezza e l'alleggerimento delle costruzioni e delle infrastrutture; nuovi materiali compositi avanzati a base polimerica per le tubazioni e le strutture idrauliche; materiali a base di fibre naturali per l'efficientamento energetico degli edifici; materiali compositi e nano-compositi "self-sensing" per il monitoraggio delle costruzioni; materiali provenienti dal ciclo di recupero dei rifiuti, nell'ottica dell'economica circolare.

Completamento :
20% Complete (warning)
20%
 
SO#2: potenziamento dei laboratori per la ricerca e la didattica


Sono previsti importanti interventi orientati ad aumentare le potenzialità di ricerca dei laboratori. In primis, è prevista la realizzazione di un nuovo laboratorio integrato la cui dotazione strumentale, oltre a rappresentare lo stato dell'arte della ricerca avanzata sulle costruzioni e i materiali dell'ingegneria civile, sarà mirata a favorire la collaborazione tra le aree di eccellenza del DICA. Inoltre, è previsto il potenziamento dei laboratori esistenti con dotazioni strumentali che dovranno ampliare l'offerta e la capacità di ricerca complessiva del dipartimento stesso.

Completamento :
20% Complete (warning)
20%

 

SO#3: miglioramento della qualità dell'offerta didattica di II livello del DICA

 

Sono previsti interventi di miglioramento dell'offerta didattica nei Corsi di Studio di II livello , allo scopo di formare tecnici di elevata qualificazione nelle tematiche del DICA e interventi che ne aumentino la attrattività e l'internazionalizzazione. In particolare verranno sviluppate le seguenti attività:
i) aggiornamento e potenziamento degli insegnamenti esistenti nel corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile, in stretto collegamento con le attività di ricerca e sperimentazione sui temi della riqualificazione e protezione dai rischi naturali del costruito e delle infrastrutture idrauliche e viarie, con particolare riferimento agli aspetti sismici e idrogeologici;
ii) aggiornamento e potenziamento degli insegnamenti esistenti nel corso di Laurea Magistrale a c.u. in Ingegneria Edile-Architettura, con particolare riferimento alla tutela, riqualificazione e gestione del costruito storico-monumentale ed alla protezione dal rischio sismico;
iii) introduzione di insegnamenti facoltativi in lingua inglese in accordo con la normativa vigente in materia;
iv) stipula di contratti di insegnamento con esperti di chiara fama, anche stranieri.

Completamento :
20% Complete (warning)
20%

 

SO#4: potenziamento del carattere innovativo ed internazionale dell'offerta didattica di III livello del DICA

 

Si intende sviluppare un nuovo corso di Dottorato di Ricerca Internazionale che valorizzi i numerosi rapporti maturati dal DICA sia in Italia che all'estero, eorientato al tema della prevenzione e mitigazione dei rischi naturali, quali eventi sismici, inondazioni, frane, incendi e inquinamento ambientale. Verranno in particolare
perseguite le seguenti linee di indirizzo:
a) stipula di accordi quadro e accordi di cotutela con Atenei Europei ed Extraeuropei di riconosciuto prestigio;
b) finanziamento di borse di dottorato aggiuntive a valere sui fondi destinati ai Dipartimenti di Eccellenza;
c) predisposizione di incentivi finanziari per aumentare l'attrattività e l'internazionalizzazione del Dottorato: assegni di ricerca per studenti stranieri, offerta di alloggi presso collegi universitari a spese del DICA, istituzione di un fondo per la mobilità dei dottorandi e dei docenti stranieri in visita.

Completamento :
20% Complete (warning)
20%

 

Vai a inizio pagina
Sommario