Vai al contenuto principale

CONTATTI

Indirizzo: Borgo XX giugno 74, 06121 Perugia   Tel: +39 075 585 6067    Fax: +39 075 585 6598

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Lab aerobiologia app 2

FINALITÀ E ATTIVITÀ SVOLTE NEL LABORATORIO

L'Aerobiologia è una disciplina scientifica che studia le origini, la dispersione in atmosfera, il trasporto e la deposizione di particelle anemofile. Dal punto di vista biologico, quelle che assumono maggiore importanza sono in particolare i granuli pollinici e le spore fungine. L’attività di ricerca è incentrata sul monitoraggio di materiale biologico aerodisperso che in diverso modo interviene nel ciclo vegeto-riproduttivo di piante anemofile di interesse agrario ed ambientale. Linee di ricerca sono da anni dedicate allo studio di pollini di piante anemofile di interesse economico per la modellizzazione dell’evento della fioritura (rilascio, trasporto e deposizione del polline). La rilevazione di tali dati, integrati con le variabili climatiche e agronomiche, permette di sperimentare la validazione del modello di previsione di raccolta della produzione olivicola nei comprensori oggetto della prova. L'obiettivo principale è quello di ottenere stime attendibili della produzione in periodi largamente antecedenti quelli della raccolta, a iniziare dalla fioritura, con aggiustamenti successivi nel caso di eventi climatici straordinari.

Particolare interesse riveste anche la ricerca sulle spore funginee monitorate attraverso l’uso di strumenti campionatori che permettono di ricostruire pattern quali-quantitativi sulla loro distribuzione. Il monitoraggio volumetrico è in grado di descrivere l’andamento giornaliero della presenza di queste particelle che risultano dannose per le colture agrarie, per la salute umana e per i beni artistici e fornire risposte interessanti sulle relazioni con i principali parametri climatici. Di particolare interesse risulta essere il servizio che l’uso appropriato di tecniche di aerobiologia può svolgere come allarme ambientale alle persone allergopatiche durante l’anno partendo dall’epoca di pollinazione delle Cupressaceae, alle Graminaceae fino alle specie che solo recentemente vedono crescere il numero di allergici ai propri pollini (es. Ambrosia).

PRINCIPALI APPARECCHIATURE DEL LABORATORIO

- N°15 catturatori volumetrici VPPS 2000 Lanzoni;

- N° 1 microscopio ottico Leica;

- N° 1 Cappa chimica;

- N° 1 piastra riscaldante per il fissaggio dei preparati giornalieri;

- Attrezzature varie per la preparazione dei vetrini.

PROGETTI FINANZIATI

In questo contesto rientra la ricerca condotta dal Gruppo di ricerca in convenzione con UNAPOL (Unione nazionale delle Associazioni dei Produttori Olivicoli) per costruire una modellistica in grado di spiegare il complesso fenomeno della fioritura di olivo ed elaborare un modello statistico di previsione della produzione in varie regioni. Le attività realizzate durante il biennio 2006-2007 sono essenzialmente state quelle di costituzione dei databases pollinici, meteorologici, fenologici ed agronomici per le diverse aree di studio nel centro-sud dell’Italia. Al termine della fase di monitoraggio pollinico e della raccolta dei dati meteorologici ed agronomici in ciascuna delle quindici zone di monitoraggio sono stati costruiti modelli statistici al fine di interpretare il complesso fenomeno biologico della fioritura della specie olivo e di estrarre la maggior quantità possibile di informazione per fini previsionali.

Un altro progetto condotto con il CRATI (Consorzio per la Ricerca e le Applicazioni di Tecnologie Innovative) ha l’obiettivo di sperimentare, validare e diffondere modelli e tecnologie innovative per l’attivazione di servizi agro-bio-meteorologici fortemente specializzati per le colture delle regioni meridionali, come la Calabria, per ottenere produzioni di migliore qualità/quantità per alcuni prodotti tipici ed in particolare per l’olivo. Nel periodo di studio sono stati elaborati: bollettini settimanali sugli andamenti pollinici e tendenze previsionali delle emissioni, nelle aree oggetto di studio della Regione Calabria; un bollettino finale degli andamenti di polline e delle quantità totali registrate; tipicizzazione varietale del polline in ambito locale per la validazione delle denominazioni di origine nelle produzioni.

Un progetto pilota per il confronto tra fioritura e produzione in olivo in paesi mediterranei ha avuto inizio a partire dal 2007 in collaborazione con l’Universita’ di Cordoba, l’Institut de l’Olivier di Tunisi ed il COI (Consiglio Olivicolo Internazionale). L’obiettivo finale del progetto pilota è stato quello di ottenere dati sulla fioritura di olivo in una area del Mediterraneo (Tunisia) a forte vocazione produttiva, per la interpretazione del fenomeno stesso, e per lo studio delle implicazioni con l’andamento meteorologico e le successive produzioni. Nella primavera del 2007 si è realizzata la prima campagna di campionamento pollinico relativo alla specie presa in considerazione (Olea europaea L.) presente in una area olivicola campione della Tunisia così come previsto dal progetto biennale Fast Track Project “Pilot Project for Comparing Olive Flowering and Crop Yield in a Mediterranean area”.

PUBBLICAZIONI SELEZIONATE

Orlandi F., Garcia-Mozo H., Ben Dhiab A., Galán C., Msallem M., Fornaciari M. (2013). Olive tree phenology and climate variations in the Mediterranean area over the last two decades. Theor Appl Climatol., DOI 10.1007/s00704-013-0892-2.

Bonofiglio T., Orlandi F., Ruga L., Romano B., Fornaciari M. (2013). Climate change impact on the olive pollen season in Mediterranean areas of Italy: air quality in late spring from an allergenic point of view. Environmental Monitoring and Assessment, 185(1):877-890,  DOI: 10.1007/s10661-012-2598-9.

Orlandi F., Bonofiglio T., Sgromo C., Ruga L., Romano B., Fornaciari M. (2011). An applied aerobiological study to test the efficacy of pollen filters in limiting indoor pollen contamination. GRANA 50(1):73-80; DOI: 10.1080/00173134.2011.563791. 

Orlandi F., Msallem M., Bonofiglio T., Ben Dhiab A., Sgromo C., Romano B., Fornaciari M. (2010). Relationship between olive flowering and latitude in two Mediterranean countries (Italy and Tunisia). Theoretical and Applied Climatology,  102(3-4):265-273,  DOI: 10.1007/s00704-009-0239-1. 

Orlandi F., Garcia-Mozo H., Galan C., Romano B., Diaz de la Guardia C., Ruiz L., Trigo M.D., Dominguez-Vilches E., Fornaciari M. (2010). Olive flowering trends in a large Mediterranean area (Italy and Spain). International Journal of Biometeorology, 54(2):151-163, DOI: 10.1007/s00484-009-0264-x.

Vai a inizio pagina
Sommario